Michael Orthofer: “Lascio il lavoro per recensire tutti i libri del mondo”

1

di Francesca Bottarelli

 

In molti ci pensano, ma in pochi hanno il coraggio di farlo davvero. Come trovate l’idea di svegliarvi una mattina normale e lasciare un lavoro sicuro per dedicarvi solo alla vostra più grande passione? Pura fantasia?

Non è stato così per Michael Orthofer, 51 anni, ex avvocato di origini austriache trapiantato a New York. La lettura è stata da sempre compagna inseparabile per quest’uomo che, nella sua libreria, ha una cosa come 3.000 volumi. Per testimoniare la sua inesauribile voglia di conoscere e approfondire, Michael ha aperto nel 1999 un sito, “The complete review”, con l’obiettivo di creare una mappa esaustiva della letteratura mondiale, costruita attraverso le recensioni di libri.

Michael Orthofer

Diventato inaspettatamente una star del web, Michael si è posto l’ambizioso obiettivo di leggere e recensire un libro al giorno. Dal 2002 questo progetto è diventato un vero e proprio lavoro a tempo pieno. L’uomo ha infatti lasciato la carriera di avvocato per dedicarvisi completamente.

Due lauree, una in letteratura comparata, una in legge, Michael Othofer ha pensato di mettere un po’ di ordine nel caos di contenuti editoriali presenti online. Il suo sito, minimalista e spartano, che oggi conta oltre 3.756 recensioni, ha ottenuto in breve tempo un numero sempre crescente di visualizzazioni. Un bel risultato, se pensiamo che Othofer lavora da solo. “Non credo mi fiderei a lasciar scrivere qualcun altro – ha dichiarato in un’intervista. – Il vantaggio di avere un proprio spazio è che sono io a decidere cosa recensire. Non seguo nessuna regola particolare, solo il mio gusto personale”.

Dal desiderio di aiutare i lettori a orientarsi nel mare magnum di informazioni che il web mette oggi a disposizione è nato anche “The complete review guide to contemporary world fiction”, una sorta di guida-saggio sugli autori e i libri di tutto il mondo.

Michael Orthofer, The complete review guide

Una vasta cultura, supportata da una conoscenza capillare di volumi provenienti da ogni angolo del globo, hanno permesso a Orthofer di entrare in contatto con la letteratura araba, cinese e russa, testimoniando come tutte siano protagonista di una rinnovata crescita e di una vivace produzione letteraria.

Non manca l’Italia, tra i paesi protagonisti delle sue recensioni, e nonostante alcuni autori siano più presenti sulla scena internazionale di altri, come ad esempio la misteriosa Elena Ferrante, Michael dichiara di apprezzare molto Alessandro Baricco e Dacia Maraini, oltre ai classici come ad esempio Leonardo Sciascia, Alberto Moravia, Antonio Tabucchi.

Una scelta di vita estrema ma anche una lezione importante da imparare per chiunque. Perché come sosteneva il filosofo cinese Confucio, “scegli il lavoro che ami e non lavorerai mai, neanche per un giorno in tutta la tua vita”.





1 COMMENT

  1. magari!!!!
    Un sogno, il mio sogno! leggere, leggere , leggere…
    Parlare, criticare, consigliare, scrivere, confrontare… il mondo dei libri.
    La mia professione mi aiuta, ma sfatiamo il luogo comune che esiste da sempre…
    I bibliotecari al lavoro non leggono!!! Eh lo so, vi sembra impossibile, ma in biblioteca i compiti, le mansioni, le scadenze sono ben altre !
    Il tempo della lettura???
    Come tutti voi, a casa.
    Sono molto invidiosa (sana invidia), bravo avvocato!
    kikka

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here