Dimmi come ordini i tuoi libri e ti dirò chi sei

8

libri coloreOgni book-lover degno di questo nome ha una convinzione: si può capire molto di una persona semplicemente osservando la sua libreria. Ci sono punti di contatto, tra voi e il padrone di casa? Qual è il suo autore preferito? Ama i romanzi, oppure preferisce spaziare anche alla saggistica, al fumetto, alla poesia? Scorrendo i titoli si possono fare una serie di interessanti osservazioni – e perché no, anche trovare titoli interessanti che ci piacerebbe prendere in prestito.

Ma naturalmente, un’analisi accurata della libreria altrui non riguarda soltanto i titoli dei romanzi che sono disposti sugli scaffali, ma anche il modo in cui questi sono disposti. Una libreria ordinata per autore, ad esempio, racconta qualcosa di differente del suo proprietario rispetto a una dove i libri sono disposti su due file.

Curiosi di sapere cosa dicono di voi – e dei vostri amici, familiari, e via dicendo – i vostri scaffali? Riprendendo un pezzo di Bustle.com ecco come leggere… l’ordine dei libri in una libreria.

 

Ordine alfabetico
Lavori in una libreria – oppure ci hai lavorato oppure ci passi molto del tuo tempo – e lì hai imparato la nobile arte dell’ordine alfabetico. Non hai bisogno di recitare dentro di te la filastrocca dell’alfabeto, per capire se la R viene prima o dopo la S, ormai conosci la materia alla perfezione. Ordinare i libri in questo modo ha richiesto un duro impegno, ma adesso che hai compiuto la maggior parte del lavoro non puoi non provare un forte senso di orgoglio, osservando i tuoi scaffali. Quando ti poni un obiettivo, non importa quale esso sia, non ti arrendi finché non l’hai raggiunto. La tua dedizione in parte è dovuta al fatto che sei un gran lavoratore, ma ti piace davvero quando tutto è chiaro e al suo posto. Qualcuno potrebbe accusarti di essere un po’ noioso, ma cosa c’è di male se sai cosa funziona e cosa no? Non vedi proprio il motivo di sistemare ciò che non è rotto.

Ordine per genere
È vero, qualche volta ti lasci prendere un po’ la mano, ma hai sempre un piano grandioso in mente e cerchi di restargli fedele, a qualunque costo. Questo significa che hai la tendenza a complicare le cose? Decisamente. E che sei testardo come un mulo? Sì. Ma entriamo nel territorio dell’organizzazione dei libri, dove sei pronto ad affrontare qualunque sfida. Come hai cercato di spiegare agli amici, interpretare la tua libreria è molto semplice: i romanzi e la saggistica sono su scaffali separati, e all’interno di queste macro-aree i libri sono a loro volta divisi per genere o argomento. Forse non è così semplice, ma almeno questo ordine ti offre la scusa perfetta per comprare altri titoli. Come potresti, altrimenti, riempire in qualche modo la sezione dedicata alla botanica?

Libreria arcobaleno (ordine per colore)
Alcuni amano restare fedeli all’ordine prestabilito delle cose, ma decisamente non è il tuo caso. Sei una persona creativa e ti piace pensare fuori dagli schemi. Chi vuole attenersi al noioso ordine alfabetico o dividere i libri secondo nozioni stabilite a priori come il genere, quando ci sono così tanti modi originali per ordinare una libreria?E anche se avere la trilogia di Hunger Games in posti diversi può far perdere la testa a chi vuole prenderla in prestito, ti piace come i tuoi scaffali attirano l’attenzione, quando qualcuno entra nella stanza. Sei sempre stato il più estroso della classe o del tuo gruppo di amici. E se le persone credono che la tua libreria sia colorata… dovrebbero dare un’occhiata al tuo armadio! Non tutti condividono la tua visione artistica, ma non ti interessa. Non sei mai stato il tipo che si preoccupa di avere l’approvazione del mondo e sai che c’è un metodo anche nel caos. Ciò nonostante, nessuno riesce a capire perché tu sia fissato con l’ordine per colore, anche quando si tratta di caramelle.

Il tempio dell’autore
Quando ami qualcosa (o qualcuno) non riesci a nasconderlo in alcun modo, e questo non è un problema. Vivi seguendo la massima “Fallo alla grande o non farlo affatto”, e non credi affatto che un piacere possa essere peccaminoso. Ami sinceramente e non chiedi scusa per questo. E anche se sai che tendi a esagerare qualche volta e che la tua passione può avvicinarsi all’ossessione, non puoi farci nulla. Qualcuno potrebbe trovare strano il fatto che hai acquistato i libri della serie di Harry Potter in diverse lingue, alcune delle quali nemmeno sai leggere, o che possiedi tutte le edizioni conosciute delle opere di Murakami Haruki, ma tu non ti vergogni delle tue passioni. La vita è troppo breve, e proprio il mese scorso è uscito il nuovo romanzo del tuo autore preferito in edizione economica…

Libri impilati
Ok, ammettilo: hai visto questo tipo di ordine su Pinterest una volta e hai pensato fosse fantastico. Ma davvero, chi ha bisogno di scaffali? Sei minimalista per natura, e odi essere vincolato dalle persone e dalle convenzioni. Questa mentalità ti aiuta a orientare la tua vita, ma talvolta può anche metterti nei guai, ad esempio quando inizi a fare pulizia tra i tuoi contatti Facebook (100 è un numero più che sufficiente, non pensi?). E sebbene impilare i tuoi libri in torri sempre più alte renda la ricerca di un qualsiasi titoli molto simile a una partita di Jenga, ti piace questo tipo di estetica. E oltre tutto, in caso di necessità, queste pile possono tornare utili come mobili – adesso puoi buttare via il tuo divano e sederti sui libri.

Doppia fila
Togli dei libri dalla tua libreria e troverai… molti altri libri. Hai iniziato a sistemare i tomi su due file per ragioni di spazio, ma adesso non riesci a immaginare di fare le cose in modo differente. Oltre tutto, è divertente avere dei “libri segreti”, nascosti dietro la superficie – questo, tra parentesi, è perfettamente in linea con la tua personalità. Anche tu hai molti lati nascosti, che alla prima occhiata non si possono vedere. Conoscerti davvero non è semplice, perché poche ore in tua compagnia non rivelano tutto ciò che sei. Ma non puoi farci niente: pensare di essere più immediato, di lasciarti leggere in poco tempo, ti spaventa a morte. Hai anche una certa tendenza a rimandare. Come si spiega altrimenti il fatto che non ti sei ancora deciso a prendere altri scaffali?

Nessun ordine
Nessuno può dirti cosa fare! Non sei mai stato il tipo che segue con cieca fiducia le istruzioni o l’autorità. In effetti, la maggior parte delle volte che ti è stato chiesto di fare qualcosa tu hai fatto l’opposto, per una questione di principio. A un occhio inesperto il tuo caos potrebbe passare per disinteresse verso i libri, ma non è così. Tieni ai tuoi libri, solo talvolta hai difficoltà a mostrarlo. Puoi essere difficile da interpretare, quando si tratta di amore, perché temi di sembrare debole mostrandoti troppo preso (stiamo ancora parlando di libri?). Abbracci a pieno il disordine della vita, e sì, riesci a trovare la tua copia di Orgoglio e pregiudizio anche in mezzo al caos più completo. Nessun problema, è sicuramente qui da qualche parte…


 

A voi la parola, amici lettori? Com’è ordinata la vostra libreria? Vi siete affezionati a un certo ordine e gli siete rimasti fedele nel tempo – anche dopo traslochi e cambi di residenza? Oppure vi piace sperimentare, cambiare, riordinare i vostri libri di tanto in tanto? Siamo davvero curiosi di conoscere che possessori di librerie siete.

 

8 COMMENTS

  1. Ero tentata ( a volte lo sono ancora…) di sistemarli per colore e grandezza, dal punto di vista creativo era una buona scelta! L’istinto lavorativo ha avuto la meglio e…li ho ordinati esattamente come in una biblioteca per argomento, rispettando C.D.D. ossia il codice decimale Dewey.
    kikka 😉

  2. Che carino questo articolo!! Io tendo a ordinarli per autore, ma siccome non ho molto spazio mi ritrovo anche a fare le torri di libri! Ihihih Diciamo che la mia è una sistemazione creativa. 😀

    Stefania

    • Ah chi lo dici, Stefania. Io ho ancora la maggior parte dei libri a casa dei miei genitori – e anche lì le mensole non bastano più. I libri che invece ho nella mia casetta in affitto cerco di tenerli in ordine… ma anche questa si sta rivelando un’impresa impossibile. Il mio sogno è avere uno spazio tutto mio – e grande – per poter allestire una libreria come si deve. ^_^

  3. Ho moltissimi libri che rappresentano un po’ i miei interessi culturali (Letteratura, Scienza, Storia, Filosofia) che ho coltivato da 50 anni a questa parte. Nella libreria potrei dire che li dispongo in modalità ” Disordine per argomento”. Diciamo che a naso ricordo un poco la collocazione dei libri per temi e per autori più importanti. Non è comunque una libreria modello. Il Kaos è ben rappresentato. Tra l’altro, sparse per l’appartamento, ben distribuite, di librerie ne ho cinque . Si aggiungano 5 scatoloni e libri sparsi e si capirà quella santa donna di mia moglie.

    • A chi lo dici, Claudio. Il mio sogno è quello di avere un mio appartamento con una libreria moooolto spaziosa, così da poter ordinare i libri in un modo sensato e soprattutto riunirli. Per adesso, anche nel mio caso, regna il caos.

  4. Anch’io ordino i libri in modo casuale, né per ordine alfabetico, né per colore né per argomento: in ordine cronologico di lettura . E questo da anni , tant’è che vado a trovarli ” a naso”, ricodandomi la posizione nelle varie librerie o scaffali . Ed è drammatico quando qualche libro , per distrazione o perché rimesso a posto da altri, cambia posizione : diventa come cercare un ago in un pagliaio!
    Ma è l’occasione per rivedere testi che da anni non toccavi, ripercorrendo un po’ tutta la tua vita

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here