CINEMA IN TV | I film dal 18 al 24 settembre

Quattro pellicole da non perdere, tra fughe, azione, supereroi da parodia e ricerca interiore.

0

Questa settimana l’autunno farà il suo arrivo ufficiale, ma niente paura, tra alberi multicolore, castagne, funghi, e ovviamente i primi pensieri verso il Natale c’è molto di cui essere felici.

Se questo non bastasse a tirarvi giù dal letto con il piede giusto per affrontare la giornata di studio/lavoro, ci sono le nostre rubriche, che tornano puntuali ogni sette giorni, e tutte le novità in tv, al cinema e in libreria.

Il lunedì è il giorno di “Cinema in tv”, che passa in rassegna per voi la programmazione televisiva per proporvi il meglio. Oggi quattro pellicole, tra fughe, azione, supereroi da parodia e ricerca interiore.

Buona visione!

 

Martedì 19 Settembre | Paramount Channel | 21.15 |

LEMONY SNICKET – UNA SERIE DI SFORTUNATI EVENTI

di Brad Silberling. Con Jim Carrey, Emily Browning, Liam Aiken, Kara Hoffman, Shelby Hoffman, Meryl Streep, Timothy Spall. Fantastico, 108’. USA, Germania 2004

La storia gotico surreale dei tre giovani fratelli Baudelaire: Violet (Browning), la più grande, una delle più brillanti inventrici quattordicenni del mondo; Klaus (Aiken), amante dei libri, in grado di ricordare tutto ciò che legge; e la piccola Sunny (Hoffman), a cui piace mordere tutto ciò su cui mette le mani. Dopo la morte dei genitori in un misterioso incendio nella loro sontuosa casa vittoriana, i tre fratelli sono affidati al loro parente più prossimo, il conte Olaf (Carrey), stravagante attore fallito, interessato solo a impadronirsi della loro enorme eredità. Insieme cercheranno di sfuggire ai travestimenti e ai trabocchetti del malefico Olaf, per riuscire a salvare soldi e pelle. Tratto dalla serie best-seller per ragazzi “Una serie di sfortunati eventi” dello statunitense Lemony Snicket – pseudonimo di Daniel Handler.

 

Mercoledì 20 Settembre | Cine Sony | 21.00 |

LOCK & STOCK – PAZZI SCATENATI

di Guy Ritchie. Con Nick Moran, Jason Flemyng, Dexter Fletcher, Jason Statham. Commedia, 106’. Gran Bretagna 1998

Nell’East End di Londra quattro amici – Bacon (Statham), Eddy (Moran), Fat Man (Flemyng) e Soap (Fletcher) – uniscono i loro risparmi per avere accesso al tavolo da poker di un malavitoso locale. Convinti che l’abilità al gioco di Eddy possa farlo vincere facilmente, i ragazzi si ritrovano invece nei guai: la perdita ammonta a 500.000 sterline, che devono essere consegnate al boss entro una settimana. Per coprire il debito escogitano un piano, coinvolgendo molta altra gente in un turbine di equivoci, inseguimenti, incidenti e scambi di ruolo…

 

Giovedì 21 Settembre | Rai 4 | 21.00 |

KICK-ASS

di Matthew Vaughn. Con Nicolas Cage, Aaron Taylor-Johnson, Christopher Mintz-Plasse, Mark Strong, Chloë Grace Moretz. Azione, 117’. USA, Gran Bretagna 2010

Assetato di giustizia, il goffo Dave Lizewski (Taylor-Johnson), un normale adolescente di New York, decide di diventare un supereroe. Compra su internet una tuta subacquea verde e gialla, si arma di due manganelli, e va a combattere il crimine con il nome di Kick-Ass. Dopo una prima uscita disastrosa che gli costa l’ospedale, Dave ritorna a indossare il suo costume e riesce a salvare un uomo da una banda di teppisti. Si autopromuove grazie a YouTube e Facebook, diventa un fenomeno mediatico e ha la fortuna di conoscere un ex poliziotto vedovo ingiustamente carcerato e la figlia esperta in bazooka e arti marziali. Con loro, sotto i nomi di Big Daddy (Cage) e Hit Girl (Moretz), si fa giustiziere vendicativo. “Kick-Ass” è l’adattamento cinematografico dell’omonimo fumetto ideato da Mark Millar e disegnato da John Romita Jr.

 

Venerdì 22 Settembre | Rai 3 | 21.15 |

MIA MADRE

di Nanni Moretti. Con Margherita Buy, John Turturro, Giulia Lazzarini, Nanni Moretti, Beatrice Mancini. Drammatico, 106’. Italia, Francia, Germania 2015

Mentre sua madre Ada (Lazzarini) sta lentamente ma serenamente morendo, la regista Margherita (Buy) non riesce a gestire un periodo emotivamente difficile. È sempre più in affanno tra le visite in ospedale, il dolore per un lutto che i medici indicano come imminente, le riprese di un film su una fabbrica occupata, l’esuberanza capricciosa del divo americano Barry Huggins (Turturro), la separazione dal compagno, i rapporti problematici con la figlia adolescente che sta andando male in latino, proprio la materia che insegnava sua madre. La sostiene il fratello Giovanni (Moretti), che è un po’ il suo grillo parlante, ma anche l’ideale di figlio attento e premuroso con cui Margherita si è sempre dovuta confrontare…

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here