Bridget Jones’s Baby: arriva al cinema il terzo capitolo della serie

1

Custodire un segreto non è semplice, non tutti sono in grado di farlo. Confidarsi con un’altra persona, quindi, è di per sé già potenzialmente catastrofico. Un modo per sfogarsi, restando comunque al riparo dai rischi lo aveva trovato Bridget Jones, tenendo un diario.

Il film adattamento dell’omonimo romanzo di Helen Fielding, uscito nel 2001, raccontava le vicende di una trentenne londinese pasticciona, stanca delle cattive abitudini, della vita monotona e soprattutto dello stato di single. Con l’inizio del nuovo anno, Bridget Jones iniziava ad appuntare sul suo diario i buoni propositi – dalla ricerca del peso ideale alla riduzione dei vizi – ma soprattutto le mosse per trovare un fidanzato perfetto.

Bridget Jones's Baby, locandina

Naturalmente nulla andava come programmato, ma alla fine Bridget riusciva a trovare il fantomatico principe azzurro, Mark Darcy (Colin Firth), un avvocato gentile, raffinato e premuroso, diametralmente opposto dal donnaiolo Daniel Cleaver (Huge Grant).

Sono passati ben dodici anni dalla seconda avventura cinematografica, “Che pasticcio, Brdiget Jones!” (2004), ma Renéè Zellweger è pronta a tornare in pista nei panni della single più pasticciona d’Inghilterra in “Bridget Jones’s Baby”, in uscita nei cinema italiani il 22 settembre.

Il film, è bene dirlo, si discosta nettamente dal terzo libro della serie, “Bridget Jones un amore di ragazzo”, uscito nel 2012 (qui la recensione su Parole a Colori).

Concentrata solo sulla carriera come giornalista in un notiziario di punta, in forma grazie alla palestra e con amici vecchi e nuovi, la vita di Bridget, ormai 40enne, sembra finalmente perfetta.

Quello che la donna non si aspetta è l’incontro con un focoso americano di nome Jack Qwant (Patrick Dempsey), completamente diverso dal suo ex fidanzato Mark, e la scoperta di una gravidanza imprevista dove non si sa bene chi sia il padre…

Sharon Maguire torna alla regia dopo i primi due capitoli della serie, con l’autrice Helen Fielding nei panni della sceneggiatrice. Nel cast, insieme ai volti noti, anche tante novità: Jim Broadbent (Moulin Rouge) sarà il padre di Bridget, Emma Thompson (Saving Mr. Banks) interpreterà un’ostetrica, il cantante inglese Ed Sheeran vestirà i panni di se stesso.

Una commedia romantica dal sapore prettamente british che ancora una volta ci porterà a fare un tuffo nella vita tragicomica di Bridget Jones, che nonostante gli anni che passano, riesce sempre, in un modo o nell’altro, a mettersi nei guai e poi tirarsene fuori, senza smettere di sorridere. le varie vicissitudini del passato, è sempre riuscita a cavarsela.





1 COMMENT

  1. Che dirvi, a me fa piacere l’uscita di questo film.
    Il primo è stato molto divertente e ogni tanto lo rivedo, solitamente durante la vacanze natalizie oppure quando sono a casa malaticcia.
    I libri sono abbastanza deludenti e a mio parere bruttini.
    Lo vedrò e spero di non essere delusa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here