Tracks: la street art in mostra a Roma

0

Tracks, street artSi torna a parlare di street art, dopo il progetto torinese di cui abbiamo parlato qualche tempo fa. Questa volta a fare da scenario a questa forma d’arte tutta metropolitana è Roma.

Si apre domani (9 dicembre) e sarà visitabile fino al 10 gennaio, la mostra collettiva Tracks. Linguaggi d’arte urbana, curata dagli studenti del corso Luiss Master of art all’interno del Luiss Business Center, guidati da Achille Bonito Oliva. Testimoniando la duplice natura acquisita dell’arte di strada nel nuovo millennio – strettamente connessa al tessuto urbano, ma capace anche di ritagliarsi un suo spazio nel contesto più istituzionalizzato dell’arte contemporanea, quello museale -, la mostra romana si compone di una parte stabile al Macro di via Nizza e di una più “urbana”, dislocata per le vie della città.

Al Macro saranno esposti i lavori di street artist molto diversi tra loro, ma tutti legati in qualche modo alla capitale. Le opere di 108, Corn79, Camilla Falsini, Etnik, Fra.Biancoshock, Lucamaleonte, MrFijodor, Ozmo, Alice Pasquini, Gio Pistone ed Edoardo Tresoldi mostreranno al pubblico l’evoluzione della street art e il punto a cui è arrivata, almeno per adesso.

“Nella casuale normalità della città fa irruzione con il suo immaginario soggettivo l’artista, che utilizza il teatro urbano come scena delle sue rappresentazioni”, dice Achille Bonito Oliva, ed ecco allora che Sbagliato, Diamond, Millo, NemO’S, Solo e V3rbo tornano in strada e lavorano sulle facciate esterne dei tram della linea 19. Opere itineranti che, attraversando Roma dal centro di Piazza Risorgimento alla periferia di Centocelle, se ne vanno in giro, passando di volta in volta a scenari diversi.

Sempre dialogando con la città, i sette artisti del laboratorio artistico Studio Sotterraneo – Luis Alberto Alvarez, Mattia Arduini, Carlos Atoche, Francesco Campese, Luis Alberto Cutrone, Roberto Farinacci e Antonio Russo – si sono dedicati a cinque pensiline, anch’esse situate lungo il percorso della linea 9.

La giornata del 19 dicembre sarà invece dedicata allo studio e al dialogo, con esperti del settore e street artist che interverranno per confrontarsi sul valore attuale di quest’arte di strada e sul suo rapporto con le istituzioni, oltre che per presentare il catalogo dell’evento.

Con questa esperienza a 360°, la mostra Tracks vuole fotografare la situazione variegata della street art contemporanea che entra ed esce dai musei, senza per questo snaturarsi.


 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here