Portici di Carta: 5 attività da non perdere nel weekend torinese

Torna per la 11° edizione, sabato 7 e domenica 8 ottobre, la libreria più lunga del mondo

0

Leggere fa bene, e può essere anche estremamente divertente. Torna sabato 7 e domenica 8 ottobre, con la 11° edizione, Portici di Carta, la libreria più lunga del mondo sotto i portici del centro di Torino.

Da quest’anno il percorso si espande. Oltre ai tradizionali due chilometri di bancarelle in via Roma, piazza San Carlo e piazza Carlo Felice, la manifestazione conquista anche i portici fine-ottocento e Liberty di via Sacchi e quelli risorgimentali di Via Nizza, per quasi 2,5 chilometri di passeggiata complessiva in mezzo ai libri.

Sono presenti 128 librai di Torino e provincia ed editori da tutto il Piemonte, di cui 21 per la prima volta. In piazza Carlo Felice tornano i bouquinistes del Libro Ritrovato. I portici sono suddivisi in 20 tratti tematici che raggruppano in modo omogeneo le bancarelle a seconda delle proposte. Gli eventi in programma sono 40.

Se pensate di fare un salto in città sabato e domenica – quanto mi piacerebbe vivere ancora lì, in giornate come questa! – ecco 5 attività assolutamente da non perdere. Perché Portici di Carta non è solo una libreria a cielo aperto – o quasi -, è l’occasione per respirare cultura a 360°.

 

1. PASSEGGIATE LETTERARIE

Dieci passeggiate guidate per scoprire la città che ha ispirato tanti scrittori e pagine indimenticabili. Una è dedicata ai più piccoli. Le Novità 2017 sono altre Pietre d’Inciampo, il ricordo di Gigi Meroni, il viaggio nella Torino del noir, la pedalata letteraria. Tranne “Quattro passi nel noir” (sabato 7 alle 19), sono tutte di domenica. Partenza alle 10 dai luoghi indicati, ritorno alle 12.30 all’Oratorio San Filippo. È tutto gratis, ma è obbligatoria la prenotazione.

 

2. OMAGGIO A PAOLO VILLAGGIO

L’edizione 2017 di Portici di Carta è dedicata a Paolo Villaggio: l’autore-attore che ha venduto un milione e mezzo di copie con la “Trilogia di Fantozzi” e ha cambiato la lingua italiana con i suoi modi di dire entrati nell’uso collettivo.

Tanti gli appuntamenti per ricordarlo, sabato 7: la lezione di Stefano Bartezzaghi all’Oratorio San Filippo, la testimonianza dei due figli, le letture fantozziane di Giuseppe Culicchia e l’intervista inedita realizzata dal regista Mario Sesti per il film presentato all’ultima Mostra del Cinema di Venezia.

 

3. INCONTRO CON DONATELLA DI PIETRANTONIO

Nel vasto programma di incontri con gli autori, segnaliamo, sabato 7 alle 16 all’Oratorio San Filippo Neri, quello con Donatella Di Pietrantonio, fresca vincitrice del Premio Campiello, ed Ernesto Ferrero. L’Arminuta, ovvero la ritornata, è il modo in cui i compagni di classe chiamano una ragazzina che perde tutto – una casa confortevole, le amiche più care, l’affetto incondizionato dei genitori – il giorno in cui è costretta a lasciare quella che ha sempre considerato casa sua per riunirsi alla sua vera famiglia.

 

4. IL LIBRO IN PIÙ

Dopo il successo di Un libro per ricostruire, nel 2017 Portici lancia una nuova iniziativa sociale assieme alle Biblioteche civiche torinesi: Il libro in più. Condividi il tuo consiglio di lettura. Si può acquistare un libro in una bancarella e donarlo a una biblioteca, per condividere con migliaia di altre persone la passione per la lettura.

L’iniziativa è anche occasione per un grande evento artistico work-in-progress aperto a tutti, grandi e piccoli. Sabato 7 e domenica 8 dalle 10.30 alle 18 in piazza San Carlo le Artenaute del Dipartimento educazione Castello di Rivoli – Museo d’arte contemporanea animano Paint your book. Un grande paesaggio ispirato al logo della manifestazione, che si realizza grazie alle silhouette di libri sovradimensionati, aperti, chiusi e impilati. Il disegno da colorare evoca un’architettura fantastica, arricchita con porte e passaggi, evocazione del possibile viaggio, all’interno di una biblioteca immaginifica. I libri diventano così architetture per arricchire le menti a sostegno dei pensieri.

 

5. MINIBOMBO: EDITORE PER RAGAZZI OSPITE

Tante le attività per i più piccoli. L’editore per ragazzi ospite di quest’anno, e protagonista dello Spazio Bambini, è minibombo, una casa editrice nata nel 2013 a Reggio Emilia che ha all’attivo 29 uscite. I suoi libri si rivolgono ai bambini in età prescolare (2-6 anni) e invitano al gioco con disegni semplici e testi brevi o del tutto assenti. A quasi cinque anni dal debutto in libreria, il catalogo della casa editrice è tradotto in diversi paesi stranieri, tra cui Francia, Inghilterra, Stati Uniti e Cina.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here