Play with Food: il festival dove il cibo da spettacolo

0

E se oltre a cucinarlo e poi mangiarlo, il cibo lo si potesse anche guardare esposto in mostra, come un’opera d’arte? Oppure rappresentato su un palco, oggetto centrale di spettacoli, recital e performance musicali? Dal 26 al 30 marzo torna a Torino Play with Food – La scena del cibo, il primo festival di arti visive e performative interamente dedicato al mondo degli alimenti, ideato e curato dall’Associazione CuochiLab e dai Cuochivolanti.

Il festival è nato nel 2010 da un’idea dei Cuochivolanti, giovane impresa torinese impegnata sul doppio fronte della cucina e del teatro, e dell’Associazione CuochiLab: un festival in grado di raccogliere proposte di teatranti, performers, artisti visivi, fotografi e danzatori capaci di confrontarsi in modo creativo con il tema del cibo, e di sottrarre il cibo al mondo dell’intrattenimento enogastronomico per riportarlo al centro di una riflessione artistica, politica e filosofica, senza trascurare il gioco e il divertimento.

La quinta edizione vede alcune importanti novità: in controtendenza con l’attuale situazione del panorama artistico e culturale, PWF5 vuole dare un piccolo segnale di ottimismo aumentando, rispetto all’ultima edizione, i compensi previsti per gli artisti e stringendo nuove collaborazioni per incentivare la distribuzione e la visibilità dei progetti, grazie alla partecipazione della curatrice e critico d’arte Olga Gambari, dell’etichetta discografica indipendente Megasound, dello spazio ZonaK e di ArteSera Produzioni. Nello specifico, ZonaK e Megasound ospiteranno nelle proprie stagioni alcuni progetti selezionati dal programma del festival, garantendo agli artisti un passaggio in piazze prestigiose e importanti come Milano e Roma. E quest’anno il festival ha pensato anche ai bambini: il 29 marzo alle 16.00 alla Bottega del Caffè (c/o la Casa del Teatro Ragazzi e Giovani) andrà in scena uno spettacolo di teatro di figura dedicato ai più piccoli, e preceduto da una merenda.

PILLOLE DAL PROGRAMMA | Play with Food inizierà oggi alle ore 18.30 allo spazio Qubì, dove aprirà la ricca sezione dedicata alle Arti Visive, con opere video, installazioni e fotografie. Accompagnerà l’inaugurazione un aperitivo curato dai Cuochivolanti e un intervento di Cocina Clandestina (radio GRP). Le opere saranno visibili per tutta la durata del festival: tutti i pomeriggi dalle 16 alle 19. Quest’anno “una chicca” della sezione sarà dislocata presso La Perla di Torino (via Catania, 9) dove sarà visibile il video di Riccardo Rea.

Il 27, 28 e 29 marzo saranno protagoniste le Underground Dinner, tre “cene artistiche” in tre case private, accompagnate da eventi performativi. Il 27 marzo alle 20.30 sarà il turno di Cristina Mantis e Francesca Angeleri con Magna Istria; il 28 marzo alle 19.30 e alle 21.30 ci sarà U-Combo con CenaSalvaCrisi. Per finire il 29 marzo alle 19.30 e alle 21.30 spazio a Teatro InUso con Re-Implere. Le location rimarranno segrete e saranno comunicate all’ultimo momento tramite un sms, e solo ai partecipanti.

Le serate del 27 e 28 marzo, in contemporanea alle Underground Dinner, ci sarà anche tempo per il Teatro da palco. Al Caffè della Caduta dalle 21 saranno in scena Interazione Scenica, con il debutto assoluto di Thanksgiving Day e La Piccionaia | Babilonia Teatri con Special price. Aperitivo nel foyer dalle ore 20.00 all’inizio degli spettacoli.

Il 29 marzo alle 21.00 il festival chiuderà ufficialmente i battenti alle Officine Corsare con una Serata musicale: si esibiranno gli EX-P con un’operetta psyco-rock inedita, Il re delle cucine, preceduta da un aperitivo dei Cuochivolanti. La serata proseguirà dalle 22.00 fino a tarda notte con festeggiamenti e DJ-set. Domenica 30 marzo, alle 10.30 al Cineteatro Baretti, si saluterà il pubblico con una Cinecolazione in collaborazione con il Centro Nazionale del Cortometraggio, che ha selezionato per l’occasione un ricco programma di corti dedicati al tema del cibo, e interamente declinati sulla tecnica dell’animazione.

 

 

LUOGHI DEL FESTIVAL

Associazione QuBì > via Parma 75
Caffè della Caduta > via Bava 39
Officine Corsare > via Pallavicino 35
La Bottega del Caffè > c.so Galileo Ferraris 266
CineTeatro Baretti > via Baretti 4
… e tre location segrete

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here