Party letterari: come organizzare una perfetta festa a tema libri

Dalla realizzazione degli inviti alla scelta del menù e della musica: consigli per stupire gli amici

2
Allestimento in stile "Alice nel Paese delle Meraviglie"

Organizzare party in casa non è un’idea così innovativa, ma avete mai pensato a un party a tema letterario? Gli invitati ideali sono persone che amano leggere, è vero, ma se curato nei dettagli tutti si divertiranno.

Ecco alcuni consigli per rendere perfetta la vostra festa, ripresi da un pezzo del B&N Book Blog.

Per organizzare un party letterario di successo per prima cosa dovete decidere il genere, il tema, il libro oppure l’autore protagonista della vostra serata/giornata. Fare una scelta azzeccata, che permetta agli ospiti di sbizzarrirsi con la fantasia, e a voi di rendere credibile la location, il cibo, la musica è fondamentale.

Se volete lasciare liberi i vostri invitati, potete pensare a una festa basata su un genere letterario. Prendiamo ad esempio il thriller: se proponete questo fil rouge, potrete spaziare, dai personaggi di Stephen King a quelli di Wulf Dorn, che ha scritto libri splendidi. Atmosfere cariche di suspense, assassini misteriosi nascosti nell’ombra. Troppo estremo per voi? Allora magari meglio il giallo, con investigatori alla Sherlock Holmes, vecchie signore aristocratiche, maggiordomi in livrea.

Se invece volete proporre un tema, collegato a un libro specifico o a una serie di libri, non avete che l’imbarazzo della scelta. Magia e fantasia con la saga di Harry Potter, avventura e fantasy con “Lo Hobbit” e il “Signore degli Anelli” di Tolkien. Se vi sentite in vena di pazzia, perché non un tea party ispirato ad “Alice nel Paese delle meraviglie”? Tutti questi libri hanno dalla loro il fatto di essere a loro modo dei classici, senza tempo e soprattutto senza limiti di età – così potrete coinvolgere anche i più piccoli, volendo.

Per i veri appassionati, da tenere in considerazione anche il party incentrato su un autore o un’autrice, e i suoi personaggi. Così una scrittrice come Philippa Gregory potrebbe offrire l’opportunità di declinare in mille modi la storia inglese, la vita di corte e via dicendo.

Una volta scelto il tema, spedite gli inviti. Il bello è che oggi non c’è bisogno di fogli, buste e francobolli: potete pensare infatti a biglietti digitali, anche a tema, che vi faranno risparmiare denaro e carta.

Il luogo dove organizzerete il party riveste un ruolo cruciale. Se la stagione è dalla vostra, e avete a disposizione un posto adatto, la festa all’aperto è di sicuro impatto. Ma anche il salotto di un appartamento cittadino può diventare una location da urlo, se curate alcuni dettagli – come la musica, le luci e le decorazioni.

Immancabili drink e spuntini. Provate ad accordarvi il più possibile con il tema che avete scelto, senza dimenticare che ciò che conta è l’inventiva. Se organizzate una festa nel pomeriggio, in stile British, niente è più appropriato di tè e biscotti. Se il party si tiene di sera, invece, oltre agli aperitivi e agli stuzzichini potete pensare a qualche degustazione, semplice da preparare, di sicuro effetto.

Non dimenticate di scegliere una colonna sonora adatta – magari anche degli spezzoni di film, se avete scelto un genere, un libro, un autore che si presta alla cosa. Pensate anche a delle attività da svolgere durante il party, magari dei giochi a tema, perché no?

A questo punto non vi resta che indossare il vostro costume, truccarvi, e aspettare gli invitati. Buon party a tutti!

 

2 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here