Trent’anni, e non sentirli. Ma visto le cose positive realizzate in questo lasso di tempo, anche se l’età non pesa sulle spalle, si festeggia comunque in grande stile.

A spegnere le candeline non è il sottoscritto o qualche personaggio illustre, ma la Lucky Red di Andrea Occhipinti, che dal lontano 1987 è sinonimo di cinema di qualità.

Quasi 400 i film distribuiti in questi anni al cinema in Italia – inclusi quelli realizzati dallo studio Ghibli come “Il castello errante di Howl” -, 500 quelli presenti nel catalogo home video. Successi non solo di critica ma di pubblico, come ad esempio “The Millionaire” (8 Oscar) oppure “Moonlight” e “Il cliente”.

La Lucky Red ha investito e creduto in registi di talento, spesso alla prima opera, che sono poi diventati nomi di fama internazionale. Tra loro Ange Lee, Atom Egoyan, Todd Haynes, Hayao Miyazaki, Gabriele Mainetti, Paolo Sorrentino, Paolo Genovese.

Il primo film distribuito, quasi in modo artigianale ma con successo, è stato “Let‘s get lost” di Bruce Weber, vincitore della Settimana della critica a Venezia. Nel 1996 è arrivata invece la prima coproduzione, “L’amore molesto” di Mario Martone che ha aperto la strada a questa divisione.

Una scena di “Let‘s get lost”, primo film distribuito dalla Lucky Red.

Andrea Occhipinti ha festeggiato la sua creatura, volgendo però subito lo sguardo al futuro, alle nuove sfide del 2017/2018. “In questi tempi difficili, una proposta di buon cinema italiano può fare la differenza. Questa è la proposta di Lucky Red”.

Sebbene i progetti siano quasi tutti in fase di pre-produzione, da quel poco che è stato possibile intuire dalle presentazioni di registi, sceneggiatori e attori invitati sul palco, quella che ci aspetta sarà una stagione intensa.

Francesco Piccolo, insieme a Francesca Archibugi, è l’autore dell’adattamento cinematografico de “Gli sdraiati” di Michele Serra, che vedremo al cinema in autunno con protagonista Claudio Bisio. “Il romanzo è interessante e ricco di spunti – ha raccontato lo sceneggiatore – ma per farne un film abbiamo dovuto superarlo, perché l’intreccio narrativo non era sufficiente. Se avessimo seguito il testo in modo rigoroso avremmo girato in tutto solo 12 scene”.

Nicola Guaglianone, sceneggiatore di “Lo chiamavano Jeeg robot”, e Paola Cortellesi hanno raccontato le loro emozioni nel lavorare a “La Befana vien di notte” di Michele Soavi, che nelle intenzioni della Lucky Red dovrebbe essere il suo primo film “per famiglie”. Le riprese inizieranno in autunno.

A fine settembre partirà anche il progetto “Ride” per la regia di Jacopo Rondinelli con la supervisione artistica di Fabio Guaglione e Fabio Resinaro. Sarà il primo film italiano girato interamente con telecamere go-pro, una adrenalinica sfida per la sopravvivenza, un gioco per cuori forti.

La produzione di “Sulla mia pelle” di Alessio Cremonini è stata fortemente voluta da Occhipinti, una conferma della mission anche sociale della Lucky Red. Il regista, insieme a Lisa Nur Sultan, dopo aver letto tutti gli atti processuali del caso di Stefano Cucchi, ha scritto una sceneggiatura intensa, che racconta gli ultimi sei giorni di vita dello sfortunato ragazzo romano. A prestare il volto al protagonista sarà Alessandro Borghi, mentre la sorella Ilaria sarà interpretata da Jasmine Trinca.

L’attrice si è detta non solo emozionata e onorata per il ruolo, ma anche molto stimolata. “Trasmettere al pubblico in modo incisivo il coraggio e la forza di Ilaria sarà per me la vera sfida”.

Gabriele Mainetti e il suo fido sceneggiatore Nicola Guaglione hanno svelato pochi dettagli del loro nuovo film. Sappiamo che sarà ambientato a Roma e sarà una pellicola corale. Le riprese avranno inizio a gennaio.

Tra le nuove sfide presentate da Andrea Occhipinti anche le distribuzioni. Per la prima volta la Lucky Red distribuirà i nuovi film di Woody Allen, “Wonder Wheel” e Ridley Scott, “All the money in the world”, incentrato sul rapimento del nipote del magnate del petrolio Paul Getty. E ancora Steven Soderbergh e il suo “Logan Lucky” con Channing Tatum e Adam Driver, e il thriller del due volte Premio Oscar al miglior film straniero Asghar Farhadi.

In fase di sviluppo anche la trasposizione cinematografica di tre best-seller: “La più amata” di Teresa Ciabatti, “Una storia nera” di Antonella Lattanzi e “Golem” di Lrnz.

Occhipinti, in chiusura, ha rivendicato con orgoglio che in un momento storico in cui tutte le case di produzione sembrano rivolgere le loro attenzioni al mondo delle serie TV, la Lucky Red continua a credere nel cinema e nella sua magia, investendo qui risorse oltre che passione.

Da spettatori non possiamo che tributare loro un caloroso applauso, per quello che hanno realizzato in questi primi trent’anni e per quello che si promettono di fare in futuro.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here