“Lola + Jeremy”: una commedia nel segno del romanticismo nerd

Per le strade di una Parigi sognante e giovane, tra fumetti, supereroi e agenzie che inventano alibi

0

di Pasquale De Carlo

 

Un film di July Hygreck. Con Charlotte Gabris, Syrus Shahidi, Tom Hygreck, Laura Boujenah, Foëd Amara. Commedia, 85′. Italia, Francia, 2017

Data di uscita italiana: 9 novembre 2017

Jeremy, 27 anni, è un graphic designer e con il suo amico Mathias gestisce l’agenzia Cercasi alibi disperatamente per creare finti alibi tramite fatture, ricevute e scontrini per i fidanzati fedifraghi. Lola, 25 anni, lavora in una fumetteria ed è appassionata di supereroi e dei film di Michel Gondry, in particolare di Se mi lasci ti cancello che non si stanca mai di rivedere. Lola e Jeremy decidono di riprendere ogni momento della loro storia d’amore, per creare una sorta di video-diario giornaliero da riguardare da lì a dieci anni. Lola, troppo curiosa, non resiste e si mette a guardarli subito da sola. Video dopo video, ne trova uno che non avrebbe dovuto vedere: Jeremy e i suoi amici stanno parlando proprio di lei, prim’ancora di conoscersi, e del progetto di Jeremy di girare un video diario da mostrare al padre in fin di vita in ospedale. Lola, delusa e ferita lascia Jeremy il cui solo scopo sarà, da quel momento, cercare di riconquistarla. Disperato pensa di mettere insieme un gruppo di strampalati supereroi, che rapiscono personaggi famosi. Il riscatto? Lola.

 

Un film fresco e originale, che racconta l’amore tra giovani attraverso un video. Sono questi gli elementi principali di “Lola + Jeremy” di July Hygreck, presentato nella sezione Panorama Italia di Alice nella città.

Film dal ritmo dinamico, ottimamente diretto da July Hygreck che riesce a creare un perfetto equilibrio fra l’elemento romantico e sognante e quello divertente che si riflette in una Parigi giovane che si arrangia con creatività tra fumetti di supereroi e improbabili agenzie crea-alibi specializzate in false fatture che salvano in calcio d’angolo i fidanzati fedifraghi.

Le scene dei “rapimenti” sono caratterizzate da un infantilismo che tende al grottesco, come quando il rapper Youssoupha, una delle vittime prescelte, si concentra per la scena madre mentre i ragazzacci gli puntano alla tempia dei pericolosissimi fucili fluorescenti ad acqua. Fra le altre vittime illustri si annoverano il batterista francese Manu Katché e Michel Gondry, regista di “Se mi lasci ti cancello”.

Sul piano tecnico il film è originale perché le scene sono spesso contornate da sovrimpressioni fumettistiche che rendono il tutto molto colorato. In più c’è un’alternanza fra le scene girate con la telecamera amatoriale dei protagonisti e quelle professionali, cosa che contribuisce a fare di “Lola + Jeremy” una commedia fresca, adatta ai giovani.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here