Libri della settimana: i più letti dal 14 al 20 aprile

0

Settimana all’insegna della stabilità quella che è appena trascorsa, almeno per ciò che riguarda i best-seller. Il terzetto di testa non cambia, ma questa volta è Storia di una ladra di libri di Zusak a guadagnare la testa, seguito da Inferno di Dan Brown (1° sette giorni fa) e La vita è un viaggio di Bebbe Severgnini, che si conferma terzo. Scorrendo la classifica verso il basso incontriamo solo due new entry: il nuovo libro del giornalista e scrittore italiano Antonio Socci e il romanzo di Donna Tartt, fresco vincitore del Premio Pulitzer nella sezione narrativa. Buona lettura!

 

Il cardellino | Figlio di una madre devota e di un padre inaffidabile, Theo Decker sopravvive, appena tredicenne, all’attentato terroristico che in un istante manda in pezzi la sua vita. Solo a New-York, senza parenti né un posto dove stare, viene accolto dalla ricca famiglia di un suo compagno di scuola. A disagio nella sua nuova casa di Park Avenue, isolato dagli amici e tormentato dall’acuta nostalgia nei confronti della madre, Theo si aggrappa alla cosa che più di ogni altra ha il potere di fargliela sentire vicina: un piccolo quadro dal fascino singolare che, a distanza di anni, lo porterà ad addentrarsi negli ambienti pericolosi della criminalità internazionale. Nel frattempo, Theo cresce, diventa un uomo, si innamora e impara a scivolare con disinvoltura dai salotti più chic della città al polveroso labirinto del negozio di antichità in cui lavora. Finché, preda di una pulsione autodistruttiva impossibile da controllare, si troverà coinvolto in una rischiosa partita dove la posta in gioco è il suo talismano, il piccolo quadro raffigurante un cardellino che forse rappresenta l’innocenza perduta e la bellezza che, sola, può salvare il mondo.
Attesissimo in Italia fino al momento della sua uscita (il 14 marzo), il libro della Tartt è il fresco vincitore del Pulitzer per la narrativa. 

 

Tornati dall’aldilà | “C’è uno scetticismo triste e superficiale che si esprime nella vulgata popolare con la frase: ‘dall’aldilà non è mai tornato nessuno’. S’intende dire che, in fin dei conti, quelle sull’oltretomba sono tutte congetture, ipotesi, magari anche vere, ma chi lo sa davvero se c’è qualcosa?”. È forse la domanda più importante dell’esistenza. A partire dalla tragica sera in cui il cuore di sua figlia Caterina ha smesso di battere, Antonio Socci si è interrogato a lungo su quella condizione al confine della vita: un’esperienza di pre-morte al culmine del quale è avvenuta una resurrezione. È iniziato così un viaggio inatteso nel continente misterioso delle esperienze di pre-morte che la scienza medica sta studiando e che riguardano milioni di esseri umani nel mondo. Sono storie che diventano oggi una formidabile “dimostrazione scientifica dell’esistenza dell’anima”. L’autore si è cimentato pure con i molti miracoli di resurrezione compiuti da Gesù e poi testimoniati nelle vite dei santi fino ai nostri giorni.
Il giornalista e scrittore italiano, dal 2004 anche direttore per conto della Rai della Scuola di giornalismo di Perugia, torna a prendere spunto dalla difficile situazione familiare che ha attraversato per parlare di una condizione nebulosa come poche altre, quella di chi è sospeso tra la vita e la morte. 

 

1.   Markus Zusak – Storia di una ladra di libri
2.   Dan BrownInferno

3.   Beppe Severgnini – La vita è un viaggio
4.   Veronica Roth – Divergent
5.   Wu Ming – L’armata dei sonnambuli
6.   Andrea Camilleri – Inseguendo un’ombra
7.   Antonio Socci Tornati dall’aldilà
8.   Jo Nesbø – Il pipistrello
9.   Donna Tartt – Il cardellino
10. Massimo Recalcati – Non è più come prima 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here