I FANTASTICI 4 | Omaggio a Audrey Hepburn

Ogni settimana una selezione di pellicole a tema, tra film cult, volti noti e nomi da scoprire o riscoprire

0

di Concetta Piro

 

Avrebbe compiuto ieri 88 anni Audrey Hepburn (1929-1993), una delle grandi dive degli anni ‘50 e ‘60, inserita al terzo posto tra le più grandi star della storia del cinema dall’American Film Institute.

La Hepburn ha vinto, tra i tanti premi di una carriera ricchissima, un Oscar, tre Golden Globe e tre David di Donatello. La sua recitazione e il suo stile sono stati apprezzati in tutto il mondo, rendendola un’icona.

Nell’appuntamento di oggi con “I Fantastici 4”, la rubrica di consiglio di pellicole a tema, vogliamo ricordarla attraverso le sue quattro migliori interpretazioni.

 

VACANZE ROMANE di William Wyler (1953)

Audrey Hepburn è talmente bella da rubare la scena anche alla cartolina, in bianco e nero, di Roma. La noiosa vita regale si fonde con la semplicità e l’esuberanza della vita del popolo, e la principessa Anna (Hepburn) si destreggia tra i due ambienti senza sfigurare mai. Oscar come miglior attrice protagonista.

 

SABRINA di Billy Wilder (1954)

Seconda nomination all’Oscar per l’attrice che veste i panni di una ragazza, Sabrina, che diventa donna tra un amore tormentato e la voglia di riscatto con alla base la consueta lotta di classe.

 

COLAZIONE DA TIFFANY di Blake Edwards (1961)

Sulla colonna sonora di Henry Mancini, premiata con due Oscar, sullo sfondo di una New York in bianco e nero, Holly (Hepburn) e Paul (George Peppard) vivono il loro amore complicato. Quarta nomination all’Oscar per l’attrice. Tratto dal romanzo omonimo di Truman Capote.

 

COME RUBARE UN MILIONE DI DOLLARI E VIVERE FELICI di William Wyler (1966)

Figlia del ricco filantropo Charles Bonnet (Hugh Griffith), la Nicole interpretata dalla Hepburn è una donna di classe e una figlia premurosa, impaurita dalla possibilità che la losca attività del padre venga alla luce.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here