di Concetta Piro

 

Ha compiuto gli anni una delle attrici contemporanea più apprezzate, non solo per le sue doti interpretative ma per il suo modo di essere donna prima che diva. Parliamo di Kate Winslet.

Portata al successo da “Titanic” di James Cameron (1997), ha ricevuto sette candidature agli Oscar, aggiudicandosi il premio come migliore attrice protagonista per il ruolo in “The Reader” (2008). Tra successi ed eccentricità – sapete che ha chiamato il terzo figlio Bear Blaze? – quello che piace è il suo essere rimasta semplice, senza peli sulla lingua, una di noi.

Nel nostro appuntamento con “I Fantastici 4”, la rubrica settimanale dedicata al consiglio di pellicole a tema, abbiamo scelto per voi le quattro migliori interpretazioni della Winslet.

 

IRIS – UN AMORE VERO di Richard Eyre (2001)

Una storia tra passato e presente, un biopic che rimanda soprattutto il ritratto interiore della scrittrice Iris Murdoch, scomparsa nel 1999. Kate Winslet è Iris da giovane, una donna brillante ed effervescente che col suo modo di essere metteva in ombra il marito, John Bayley, timido e schivo.

 

SE MI LASCI TI CANCELLO di Michel Gondry (2004)

In coppia con Jim Carrey la Winslet tira fuori tutti i lati del suo carattere. Insieme i due sono stranamente piacevoli, si completano, sprizzando appartenenza da tutti i pori. Tra depressione, lacrime, gioie, dolori e sorrisi, una relazione declinata in tutte le sue sfumature.

 

REVOLUTIONARY ROAD di Sam Mendes (2008)

Nel film di Mendes, in coppia con l’amico Leonardo DiCaprio, la Winslet è sensazionale. La storia – Frank e April Wheeler, coppia del ceto medio nella New York degli anni ’50, divisa tra l’esigenza di assecondare le proprie aspirazioni o conformarsi alle ipocrisie della società – finisce per diventare quasi uno sfondo, messa in ombra dalle emozioni che i due protagonisti sanno regalare. Basato sull’omonimo romanzo del 1961 di Richard Yates.

 

CARNAGE di Roman Polanski (2011)

Due coppie di genitori – Kate Winslet, Jodie Foster, Christoph Waltz, John C. Reilly– si ritrovano in un misurato appartamento di Brooklyn per cercare di risolvere uno smisurato accidente: i figli adolescenti si sono confrontati incivilmente nel parco. Le buone intenzioni, però, sfociano in una carneficina dialettica… Basato sull’opera teatrale “Il dio del massacro” della drammaturga e scrittrice francese Yasmina Reza.

 

I CONSIGLI DELLA REDAZIONE

Forse non tutti sanno che la Winslet ha ricevuto la prima delle sue sette candidature all’Oscar con un ruolo minore in “Ragione e Sentimento” (1995) e che la statuetta l’ha portata a casa con l’interpretazione in “The Reader” (2008). Ci sentiamo quindi di consigliarvi anche questi due film, estremamente diversi uno dall’altro.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here