di Paola Calefato

 

Bentrovati a tutti, amici lettori. In un batter d’occhio siamo già pronti a salutare l’arrivo di febbraio, che porta con sé le gioie e i colori del Carnevale e la promesse dalla primavera. Sono sempre io, Po, amante dei buoni libri e autrice del blog MyPo, che ogni inizio del mese vi tiene compagnia anche su Parole a Colori con i consigli di lettura.

Nella mia rubrica, come di consueto, tre titoli tutti da scoprire, tra case editrici indipendenti e grandi nomi del settore, bestseller del momento e capolavori nascosti.

Buona lettura!

 

Apriamo la nostra serie di consigli con “Wonder di R. J. Palacio, edito in Italia da Giunti. È uscito da poche settimane al cinema, l’adattamento del romanzo con protagonisti Julia Roberts e Owen Wilson (qui potete leggere la recensione su Parole a Colori). 

August Pullman, detto Auggie, ha studiato fino agli 11 anni a casa con la madre. Adesso deve affrontare, tutto in una volta, l’ingresso in una scuola pubblica e i pregiudizi e la cattiveria dei compagni, che lo prendono di mira per la sua diversità, dovuta a una rara sindrome.

Consigliato a: Tutti, grandi e piccini. Perché imparare a superare i pregiudizi e a non fermarsi all’apparenza non può che fare bene.

 

Secondo, ma solo per ordine, “Diario d’inverno di Paul Auster, edito da Einaudi, le riflessioni di un uomo sulla sua vita, sugli affetti, i successi e i fallimenti.

Il libro è una sorta di esame di coscienza, che ognuno di noi dovrebbe fare quotidianamente. Scritto in seconda persona, ha come punto di vista il corpo: ogni passaggio è infatti raccontato in base alla reazione fisica che provoca.

Consigliato a: chi ama i romanzi introspettivi, psicologici, ed è pronto a essere coinvolto in ciò che legge.

 

Terzo e ultimo consiglio per questo mese, “Butcher’s Crossing di John Williams, edito da Fazi. Cosa dirvi ancora di questo autore, padrone assoluto della normalità resa straordinaria, di cui vi ho parlato consigliandovi nei mesi scorsi sia “Augustus che “Stoner“? 

Questa volta siamo in uno sperduto villaggio del Kansas, nel 1873. Un quartetto di uomini si mette insieme per una battuta di caccia al bisonte. Nessuno di loro sarà lo stesso, al momento di tornare a casa. Importante soprattutto la maturazione di Will, che all’inizio è solo un ragazzo timido. 

Consigliato a: tutti. 

 

E anche per oggi è tutto con i “Consigli di Po”. Sul mio blog, come di consueto, potete trovare recensioni e approfondimenti, su questi tre romanzi e molti altri. Non dimenticate di farmi sapere cosa ne pensate di questi libri, e in generale delle vostre letture del mese.

Ci sentiamo a marzo!

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here