di Paola Calefato

 

Benvenuti a tutti. Mi presento: sono Paola, Po per gli amici, amante dei buoni libri, autrice del blog MyPo e da oggi anche dell’appuntamento mensile con i consigli di lettura.

Nella mia rubrica, ogni mese, tre titoli imperdibili, tra case editrici indipendenti e grandi nomi, bestseller del momento ma anche romanzi da riscoprire, in vista, ad esempio, di un adattamento cinematografico oppure televisivo.

Buona lettura!

 

Iniziamo con “Stoner” di John Williams, edito da Fazi. Una definizione perfetta per lui? Il romanzo della normalità. In poco meno di 400 pagine, Williams racconta infatti il quotidiano di un uomo senza ambizioni o particolare forza d’animo, che ha come unico, grande amore quello per la letteratura.

Sullo sfondo dell’Università del Missuri scorre la vita di uno studente di Agraria per scelta paterna, che passa al corso di lettere perché innamorato di un sonetto di Shakespeare prima e diventa professore poi. Si sposerà illudendosi di poter essere felice, ma non riuscirà ad esserlo né con la moglie né con la figlia.

Consigliato a: chi vuole un romanzo semplicemente normale.

 

Il secondo titolo di oggi è “Vita e morte di Adria e dei suoi figli” di Massimo Bontempelli, edito da Liberilibri. Questo romanzo datato 1930 in 150 pagine circa narra l’ossessione di Adria per la bellezza che da sempre la contraddistingue.

Seguiamo la protagonista durante i passaggi della sua vita, spesso visti attraverso gli occhi dei suoi figli. Chiunque incontri Adria se ne innamora ma va incontro anche a un destino crudele. Bontempelli riesce a catturare il lettore e a portarlo in quelle ville romane a vivere l’ossessione per l’apparire di Adria. È una cronaca familiare, semplicemente, scritta in pieno regime fascista.

Consigliato a: chi vuole un romanzo che sia un viaggio emotivo e storico.

 

Il terzo libro è “La verità sul caso Harry Quebert” di Joël Dicker edito da Bompiani, di cui si prepara un adattamento per la tv. Un thriller capace di tenere il lettore incollato alla pagina, creando quasi una dipendenza.

Marcus, scrittore di professione, si improvvisa investigatore per salvare dal carcere il suo mentore e amico Harry Quebert, accusato dell’omicidio di una quindicenne scomparsa nel 1975 dalla cittadina americana di Aurora. Qui tutti conoscono tutto di tutti e muovendosi in una ragnatela di bugie, finzioni e omissioni Marcus cercherà di portare alla luce, trent’anni dopo, la verità. Ma nulla è mai come sembra all’apparenza.

Consigliato a: chiunque voglia vivere una storia ricca.

 

Per oggi è tutto con i “Consigli di Po”. Sul mio blog potete trovare recensioni e approfondimenti, su questi tre romanzi e su molti altri.

Non dimenticate di farmi sapere cosa ne pensate di questi libri, e in generale delle vostre letture del mese. Ci sentiamo a ottobre!

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here