Come rendere un’insalata un piatto sfizioso e indimenticabile

1

di Federica Zanoni (Kikka)

 

Non ci stancheremo mai di ripeterlo: il cibo ci fornisce elementi necessari per vivere, è il nostro carburante, la fonte del nostro benessere e della nostra energia. Per questo non va mai sottovalutato.

In questi ultimi anni il tema della cucina è diventato attuale e di tendenza. Troviamo una vasta scelta di trasmissioni, canali dedicati, reality show con chef pluristellati a vestire i panni dei giudici, blog, riviste, e chi più ne ha più ne metta. Con tutte queste proposte e questi esempi da seguire, cucinare bene è quasi divenuto un obbligo.

Io credo invece che la cucina sia un’arte e come tale necessiti di talento, passione e tanto tanto lavoro. La maggior parte delle persone prepara alimenti da consumare, ma poche sanno realmente cucinare. Cucinare significa avere prima di tutto un’ottima conoscenza dei prodotti ma anche approfondite nozioni di chimica e fisica, oltre a tanta fantasia, curiosità e voglia di sperimentare.

Non fatico ad ammetterlo: io non cucino – non mi sento Carlo Cracco solo perché ho imparato a mettere insieme due ingredienti e seguire i passaggi di una ricetta. Cerco però di preparare alimenti utili al mio corpo al fine di aumentare la mia energia e di vivere meglio. Nel mio piccolo provo a utilizzare sempre materie genuine, fresche, di provenienza certa, e poi rispetto la stagionalità dei prodotti e cerco sempre di acquistare a Km zero.

Per via di alcune allergie e intolleranze, evito sia cibi in scatola che quelli preparati, preferendo fare da me. Certo questo stile di vita comporta uno sforzo in più e una buon dose di fantasia rispetto all’aprire semplicemente dei barattoli. Ma come dicevo prima oggi è semplice per chiunque preparare cibi semplici ma di qualità.

Oggi, per la nostra rubrica dedicata al benessere, parliamo di un alimento che non dovrebbe mai mancare sulla tavola: l’insalata. Facilissima da preparare, colorata, gustosa. Non tutti sanno che andrebbe consumata all’inizio del pasto, per stuzzicare l’appetito e favorire la digestione.

Pensate che non ci sia niente di stuzzicante, in questo piatto? Niente di più sbagliato! Non necessariamente insalata vuol dire soltanto lattuga, cicoria, rucola. Provate ad esempio a utilizzare altre verdure per arricchirla e renderla più saporita. Largo quindi a zucchine, broccoletti, finocchio, porri. E non dimenticate le erbe aromatiche fresche, come basilico ed erba cipollina, oppure quelle essiccate – zenzero, timo, origano. Ognuna di queste potrà dare alla vostra insalata una nota di sapore diversa, rendendo il piatto sempre nuovo.

Cercate un’idea innovativa per una cena o un pranzo speciale? Tagliate a julienne il sedano rapa crudo, le carote e una mela verde, tutti nella stessa quantità. Condite con succo di limone (è un trucco semplice per evitare che gli ingredienti scuriscano una volta tagliati), aggiungete olio, sale e pepe a seconda dei gusti.

Per il condimento, potete anche prendere spunto dalla cultura culinaria di altri paesi. Dalla soleggiata Grecia potete ad esempio importare una salsa allo yogurt, di semplice preparazione ma di sicuro effetto. Ciò che vi serve è: yogurt bianco naturale, sale, succo di limone, olio ed erbe aromatiche a piacere (ad esempio prezzemolo). Potete usare la salsa per condire l’insalata, ma tagliate le verdure a listelli e sistemate la salsa allo yogurt in piccoli contenitori e avrete uno sfizioso pinzimonio da proporre come aperitivo.

Se amate i sapori decisi, scegliete invece senape, acciughe e capperi – ma attenzione, questa versione dell’insalata potrebbe non incontrare i gusti di tutti i convitati.


Come amate mangiare l’insalata? Semplice, con un filo d’olio o di limone? Ricca, aggiungendo via via quello che avete in dispensa? Condividete le vostre ricette e le vostre idee da chef!

E anche per oggi è tutto. Vi diamo appuntamento tra due settimane con il nuovo articolo della rubrica Pianeta Benessere.

 




1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here