CINEMA IN TV | I film dal 15 al 21 gennaio

4 pellicole da non perdere, tra commedie contemporanee con risvolti tragici, biopic, grandi saghe

0
Pop corn, tv, film tv

Gennaio entra nel vivo, e se le vacanze sono soltanto un ricordo è già tempo di proiettarsi in avanti, al Carnevale in arrivo, alle giornate che piano piano andranno allungandosi, preannunciando la primavera.

Nelle serate invernali, comunque, cosa c’è di meglio di godersi un buon film al calduccio, sul divano di casa? Per orientarsi nella programmazione televisiva e non lasciarsi scappare qualche chicca, torna anche nel 2018 l’appuntamento con “Cinema in tv”, la rubrica che ogni lunedì passa in rassegna il palinsesto per proporvi il meglio.

Oggi 4 pellicole, tra commedie con risvolti tragici, esordi di grandi saghe, biopic.

 

Lunedì 15 gennaio | 21.10 | Canale 5

PERFETTI SCONOSCIUTI

di Paolo Genovese. Con Giuseppe Battiston, Anna Foglietta, Marco Giallini, Edoardo Leo, Valerio Mastandrea. Commedia, 97′. Italia, 2016

Quante coppie si sfascerebbero se uno dei due guardasse nel cellulare dell’altro? È questa la premessa narrativa dietro la storia di un gruppo di amici di lunga data che si incontrano per una cena destinata a trasformarsi in un gioco al massacro. E la parola gioco è forse la più importante di tutte, perché è proprio l’utilizzo “ludico” di chat, WhatsApp, mail, sms, selfie, app, t9 a svelarne la natura più pericolosa: la superficialità con cui (quasi) tutti affidano i propri segreti a quella scatola nera che è lo smartphone (o tablet, o pc), credendosi moderni e pensando di non andare incontro a conseguenze, o peggio ancora, flirtando con quelle conseguenze per rendere tutto più eccitante.

 

Martedì 16 gennaio | 21.20 | Italia 1

HARRY POTTER E LA PIETRA FILOSOFALE

di Chris Columbus. Con Daniel Radcliffe, Rupert Grint, Emma Watson, John Cleese, Richard Harris. Fantastico, 151′. USA, 2001

Harry Potter vive con gli zii e il cugino Dudley sin dalla più tenera età dopo la morte dei genitori. Poco amato e considerato strano per alcune capacità fuori dal comune, al compimento degli 11 anni Harry scopre una serie di verità sconvolgenti: è un mago come lo erano mamma e papà, il suo nome è famoso nel mondo magico a cui appartiene, è stato ammesso a frequentare la Scuola di magia e stregoneria di Hogwarts. Questo non è che l’inizio delle sue avventure…

 

Mercoledì 17 gennaio | 21.00 | Cine Sony

HITCHCOCK

di Sacha Gervasi. Con Anthony Hopkins, Helen Mirren, Scarlett Johansson, James D’Arcy, Jessica Biel. Biografico, 98′. USA, 2013

Nel 1960 il maestro del brivido Alfred Hitchcock, dopo “Intrigo Internazionale”, è alla ricerca di un soggetto diverso, di qualcosa di nuovo, e si appassiona al romanzo di Robert Bloch che trae ispirazione dalla vicenda del pluriomicida del Wisconsin, Ed Gein. La Paramount, con cui è sotto contratto, non ne vuole sapere di produrre “Psyco”, giudicandolo troppo orrorifico e respingente, ma il regista è convinto al punto da auto-prodursi il film, girando negli studi Universal con la troupe della sua serie televisiva per abbattere i costi. A sostenerlo, la moglie Alma Reville, sceneggiatrice di talento, responsabile della revisione di tutti i copioni del marito e sua paziente spalla.

 

Venerdì 19 gennaio | 21.15 | Rai 3

LA MAFIA UCCIDE SOLO D’ESTATE

di Pif. Con Cristiana Capotondi, Pif, Ginevra Antona, Alex Bisconti, Claudio Gioé. Commedia, 90′. Italia, 2013

L’educazione sentimentale e civile di un bambino, Arturo, che nasce a Palermo lo stesso giorno in cui Vito Ciancimino, mafioso di rango, viene eletto sindaco. Una storia d’amore che racconta i tentativi di Arturo di conquistare il cuore dell’amata Flora, una compagna di banco di cui si è invaghito alle elementari, e al contempo gli eventi più tragici della nostra storia recente. Arturo è un ragazzo come tanti altri dell’Italia degli anni ’70 ma, a differenza dei suoi coetanei del nord, è costretto a fare i conti con le infiltrazioni e le azioni criminose della mafia nella sua città. La consapevolezza di Arturo cresce anno dopo anno, ma nessuno lo ascolta. Palermo ha altro a cui pensare.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here