Il caldo soffocante non vuole saperne di lasciar respirare l’Italia, e dopo un giugno e un inizio luglio roventi, un nuovo anticiclone bollente sta per investirci – ma quanti Caronte incontreremo quest’anno?!

Per tutti quelli che non rinunciano all’informazione neppure in estate le nostre rubriche continuano con gli aggiornamenti e vi tengono compagnia.

Nell’appuntamento di oggi con “Cinema in tv”, che passa in rassegna per voi la programmazione per proporvi il meglio, tre pellicole da non perdere, tra spionaggio, storie vere e commedie dal sapore amaro.

Buona visione!

 

Lunedì 17 Luglio | Iris | 21.00 |

L’UOMO CHE SAPEVA TROPPO

di Alfred Hitchcock. Con James Stewart, Doris Day, Bernard Miles, Daniel Gélin, Brenda De Banzie. Spionaggio, 120’. USA 1956

Il medico Ben McKenna (Stewart) e la moglie Jo (Day), turisti americani in Marocco insieme al figlioletto Hank, stanno camminando per le vie del mercato di Marrakech, quando improvvisamente un uomo viene pugnalato alla schiena. Ben si precipita a soccorrere il malcapitato, scoprendo che lo sconosciuto altri non è che Louis Bernard (Gélin), un misterioso personaggio conosciuto il giorno precedente. Questi, prima di morire, riesce a confidargli che è in corso un complotto internazionale per uccidere a Londra un ambasciatore straniero. Arrivato in commissariato, McKenna scopre che Bernard era un agente segreto francese, ma anche che qualcuno gli ha rapito il figlio per costringerlo al silenzio…

 

Martedì 18 Luglio | Cielo | 21.15 |

L’ULTIMO IMPERATORE

di Bernardo Bertolucci. Con Peter O’Toole, John Lone, Joan Chen, Ryuichi Sakamoto, Dennis Dun. Storico, 160’. Italia 1987

A Pechino, nel 1908, Pu Yi, un bambino di appena tre anni, viene condotto dentro le mura della Città Proibita: l’ordine è partito dall’anziana Imperatrice Vedova che, prima di morire, lo designa suo successore. Dal giorno dell’incoronazione il bambino viene investito di un immenso potere, che tuttavia non esercita, relegato nel Palazzo Imperiale da cui non gli è permesso uscire. Costretto a recitare una parte e ignaro delle sorti del Paese, Pu Yi passa l’infanzia tra ipocrisia e servilismo, mentre la Cina sta per affrontare momenti di cruciale cambiamento… “L’ultimo imperatore” è la vera storia di Pu Yi, ultimo della dinastia Ching, che crebbe come imperatore e morì (1967) cittadino qualsiasi della Repubblica Popolare Cinese. Ben 9 Oscar: miglior film, miglior regia, miglior sceneggiatura non originale, miglior fotografia, miglior scenografia, miglior sonoro, miglior colonna sonora, migliori costumi, miglior montaggio.

 

Mercoledì 19 Luglio | Iris | 21.00 |

BLUE JASMINE

di Woody Allen. Con Alec Baldwin, Cate Blanchett, Louis C.K., Bobby Cannavale, Andrew Dice Clay. Drammatico, 98’. USA 2013

Jasmine (Blanchett) è una donna elegante e abituata al lusso, che ha vissuto a New York nella migliore società. Adesso che il marito, il ricco uomo d’affari Hal (Baldwin), è finito in galera per truffa, tutto è andato a rotoli e Jasmine si ritrova d’un colpo sola e sul lastrico. La sua unica soluzione è irrompere nella vita della disprezzata sorellastra Ginger (Hawkins), che abita in un modesto appartamento a San Francisco. Sebbene sia in una condizione di instabilità emotiva e quasi non riesca a badare a se stessa, Jasmine continua a sentirsi superiore a tutto e tutti, convinta di poter ripartire da capo, a qualunque costo. Oscar come miglior attrice protagonista a Cate Blanchett.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here