CINEMA IN TV | I film dal 6 al 12 marzo

0

Messo alle spalle il mese di febbraio, il carnevale e la festa degli innamorati è già il momento di guardare avanti, alla primavera che sta per fare il suo arrivo nelle nostre città.

E se il clima, per adesso, non sembra sorridere, con gli ultimi strascichi dell’inverno che faticano a fare le valigie e lasciarci, quale modo migliore per passare le serate che un bel film sul divano?

Torna l’appuntamento con “Cinema in tv”, la rubrica che ogni lunedì passa in rassegna per voi la programmazione televisiva e seleziona le pellicole migliori.

Buona visione!

 

Martedì 7 Marzo | Rai 5| 21.15 |

NUOVO CINEMA PARADISO

di Giuseppe Tornatore. Con Philippe Noiret, Salvatore Cascio – Drammatico, 157’, 1988

Salvatore, originario di un paesino siciliano, vive da molto tempo a Roma, dove si è affermato come regista cinematografico. Dopo trent’anni torna nella sua casa natia per i funerali dell’amico Alfredo, il vecchio proiezionista del Cinema Paradiso, colui che l’aveva a suo tempo fatto avvicinare al cinema. Il viaggio in Sicilia sarà l’occasione per ripercorrere la sua infanzia e la sua adolescenza, quando era chiamato Totò, lavorava entusiasta nella cabina di proiezione di quel cinema ormai in demolizione, e si era innamorato di Elena, la figlia del direttore della banca locale. Il ricordo del passato e delle persone che lo hanno popolato lo aiutano a ridefinire il presente. Oscar 1989 per il miglior film straniero.

 

Martedì 7 Marzo | Rai Movie | 21.20 |

DIARIO DI UNO SCANDALO

di Richard Eyre. Con Judi Dench, Cate Blanchett – Drammatico, 92′, 2006

In una scuola superiore di Londra, frequentata da studenti della media borghesia, arriva la bella insegnante Sheba Hart, moglie di un uomo più maturo di lei e madre di due figli, di cui uno affetto da sindrome di down. Su di lei si riversa l’attenzione dei colleghi, compresa quella di Barbara Covett, docente solitaria e single, che tiene un diario in cui esprime tutto il disprezzo che prova verso il prossimo. Sheba diventa da subito la protagonista di quelle pagine cariche di delusione, ancor di più quando Barbara scopre la relazione dell’altra con Steven, un suo allievo quindicenne. Tratto dal romanzo “La donna dello scandalo” (2001) di Zoe Heller, il film trasforma in immagini una storia raccontata in prima persona da un personaggio che cerca di apparire per quello che non è, e che si muove su più livelli tematici: la manipolazione, la fragilità, il desiderio verso qualcosa o qualcuno di sbagliato.

 

Giovedì 9 Marzo | Iris | 21.00 |

PARLA CON LEI

di Pedro Almodovar. Con Leonor Watling, Javier Cámara, Rosario Flores, Darío Grandinetti – Drammatico, 112′, 2002

Dopo essere stati inconsapevolmente vicini a uno spettacolo teatrale, Marco e Benigno si incontrano qualche tempo dopo nella clinica ospedaliera El Bosque, in Spagna, e diventano amici. Il primo è un giornalista argentino che va a trovare la compagna Lydia, in coma da qualche mese, senza mai riuscire a dirle una parola. Il secondo lavora lì come infermiere, e si occupa di Alicia, una ballerina, anche lei in coma da diversi anni e alla quale Benigno parla ogni giorno come se fosse cosciente. Le vite dei quattro personaggi si legano sempre di più, fino a far prendere alla vicenda risvolti inaspettati, che avvicinano e allo stesso tempo allontanano i due uomini e le due donne. “Parla con lei” ha vinto l’Oscar per la miglior sceneggiatura originale e il Golden Globe come miglior film straniero nel 2003.

 

Sabato 11 Marzo | Iris | 21.00 |

INDAGINE SU UN CITTADINO AL DI SOPRA DI OGNI SOSPETTO

di Elio Petri. Con Gian Maria Volonté, Florinda Bolkan – Poliziesco, 103′, 1970

Il capo della Squadra omicidi di Roma, il “dottore”, il giorno della promozione a capo della Sezione politica uccide la propria amante, dopo aver scoperto un suo tradimento con uno studente della contestazione attiva ed essere stato deriso per le sue prestazioni. Invece di occultare le prove, l’uomo inizia a seminare volutamente tracce e indizi sempre più evidenti a proprio carico, per dimostrare che il suo ruolo di potere lo manterrà al di sopra di ogni sospetto. Quando iniziano le ricerche da parte dei suoi collaboratori, le indagini sembrano infatti lasciarlo indenne. Oscar come miglior film straniero.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here