Capillari rotti e inestetismi: la terapia sclerosante è la soluzione

Stile di vita sano e movimento possono aiutare a prevenire. Ma esiste anche una cura

0

Avete presente quei brutti capillari dilatati, ben visibili sulle gambe, in modo particolare, o sulle braccia, molto di rado? Quelli che nessuna donna vorrebbe avere, ma contro i quali nulla può?

La rottura dei capillari prende il nome di teleangectasia: i vasi sanguigni si rompono e compaiono in superficie, con un colore tendente al rosso, blu o addirittura viola.

Ma davvero non si può fare nulla contro questi inestetismi? Cure, è bene sottolinearlo, ce ne sono, ma sono costose.

Vediamo anzitutto cosa è possibile fare per prevenire il ristagno del sangue sotto cutaneo e scongiurare la formazione di quelle odiose venette.

 

CAPILLARI ROTTI: COME PREVENIRLI

La rottura dei capillari, diciamolo subito, non si può controllare. Se deve succedere, statene certe, succederà, con vostra buona pace.

Non bisogna però perdere la speranza in partenza, ma cercare di arginare questo problema estetico. Una delle cause che contribuiscono in modo determinante alla rottura dei capillari è lo stile di vita. Sì, avete capito bene.

Che fare quindi? Anzitutto cercare di evitare una vita sedentaria, muovendosi il più possibile durante la giornata e praticando attività fisica. Poi è indispensabile curare l’alimentazione, mangiando molta verdura e bevendo tisane, e controllare il peso. Le donne in sovrappeso, infatti, incorrono più spesso nella teleangectasia.

 

LA TERAPIA SCLEROSANTE

Questo per ciò che riguarda la prevenzione. Ma quando l’inestetismo è comparso? Ebbene esiste una cura alla teleangectasia. È possibile far scomparire quelle odiose venette colorate e superficiali dalle proprie gambe, ricorrendo alla terapia sclerosante.

Si tratta di una tecnica indolore e al 100% sicura, che prevede l’iniezione direttamente nei capillari di una sostanza, per l’appunto sclerosante, che garantisce il riassorbimento del capillare stesso. Recentemente al liquido è stata sostituita una sorta di mousse, che come spiegano gli esperti è senza dubbio più efficace, anche nel lungo termine.

Una volta effettuata la terapia, sarà sufficiente bendare le zone delle gambe interessate per qualche giorno, con lo scopo di riassorbire le venette.

Come anticipato, la terapia ha un costo che può variare in base allo specialista cui ci si rivolge e ala quantità di capillari in evidenza da eliminare, ma che indicativamente si aggira intorno ai 100 euro a seduta.

Il consiglio è quello di regolare il proprio stile di vita ed evitare la dilatazione futura di altri capillari, ma se proprio non riuscite ad accettare il fatto di avere degli inestetismi la terapia sclerosante è la soluzione. Costosa, ma di sicura efficacia.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here