Bari Film Festival: presentato il programma dell’edizione 2017

Dal 22 al 29 aprile, in Puglia, uno degli appuntamenti più attesi dagli appassionati di cinema

0

Dopo Venezia, Roma, Torino è sicuramente il Bari International Film Festival (Bif&st) il festival italiano più ricco per qualità e quantità di film ed ospiti.

Alla Casa del cinema di Roma si è tenuta ieri la conferenza stampa di presentazione di quella che il direttore artistico Felice Laudadio ha voluto definire l’ottava edizione e mezzo, includendo nel conteggio anche la prima kermesse, che durò solamente 5 giorni.

Dal 22 al 29 aprile Bari torna a essere protagonista, offrendo una vetrina per registi e attori affermati e non, e un’occasione d’incontro per l’interessato, competente e sempre più numeroso pubblico.

Il presidente del Bifest è da questa edizione la regista Margarethe Von Trotta, mentre il presidente onorario rimane il compianto Ettore Scola.

Programma ricco e variegato, come di consueto, nonostante un budget di livello ma non faraonico.

Sono 9 le anteprime internazionali che il pubblico potrà gustarsi ogni sera al Teatro Petruzzelli: “La tenerezza” di Gianni Amelio, “Miss Sloane” di John Madden con Jessica Chastain, “Unlocked” di Michael Apted con Orlando Bloom, “Going in style” di Zach Braff con Morgan Freeman, Michael Caine e Alan Arkin.

E ancora “20th century women” di Mike Mills con Annette Benig, “Get Out” di Jordan Peele , “Le divan de Staline” di Fanny Ardant con Gerard Depardieu e Emmanulle Seinger, “Return to Montauk” di Volker Schlöndorff e “Gifted” di Marc Webb. 

 

LE COMPETIZIONI: PANORAMA INTERNAZIONALE E ITALIAFILMFEST

Dopo il successo dello scorso anno, torna la sezione “Panorama Internazionale” dove verranno presentati in anteprima italiana o internazionale 12 film, 10 in concorso e 2 fuori. La giuria popolare, composta da trenta spettatori e presieduta dall’attrice e regista Chiara Caselli, attribuirà i premi.

A giocarsi la partita “An Ordinary Man”, “Carole Matthieu”, “Land of the Gods”, “El Otro Hermano”, “En Amont Du Fleuve”, “Gold”, “Die Nacht Der 100 Stunden”, “Their Finest”, “Tutto quello che vuoi”, “Unless”.

Fuori Concorso, invece, “De Premier” e “Nobili bugie” di Antonio Pisu con Claudia Cardinale.

Il regista Antonio Pisu con Giancarlo Giannini in una scena del film “Nobili bugie”.

Come ogni anno, una giuria popolare composta da 30 spettatori e presieduta da Klaus Eder, giudicherà le pellicole della sezione ItaliaFilmFest opere prime e seconde e attribuirà i premi.

Gareggiano “I figli della notte” di Andrea De Sica, “In guerra per amore” di Pif, “Il Padre d’Italia” di Fabio Mollo, “La guerra dei cafoni” di Davide Barletti e Lorenzo Conte, “La ragazza del mondo” di Marco Danieli.

E ancora “Le ultime cose” di Irene Dioniso, “Omicidio all’italiana” di Maccio Capatonda, “Orecchie di Alessandro” di Aronadio, “Il permesso” di Claudio Amendola, “Smetto quando voglio – Masterclass” di Sydney Sibilia, “Socialmente pericolosi” di Fabio Venditti e “Taranta on the road” di Salvatore Allocca.

 

RICONOSCIMENTI, FOCUS E LEZIONI DI CINEMA

Anche quest’anno la giuria stabile del Bifest, composta da 9 critici italiani, ha attribuito prestigiosi riconoscimenti nelle diverse categorie artistiche e tecniche fra i migliori film italiani dell’anno 2016/17.

Tra i premiati presenti a Bari, Claudio Giovannesi, miglior regia per “Fiore”, Valeria Bruni Tedeschi, migliore attrice per “La pazza gioia” e Riccardo Scamarcio, migliore attore per “Pericle il nero”.

Riccardo Scamarcio in una scena del film “Pericle il nero” di Stefano Mordini. (2016)

Prima di ricevere il premio nella splendida cornice del Petruzzelli, ogni premiato sarà protagonista di Focus, l’incontro condotto da Franco Montini.

Sono confermate le Lezioni di Cinema, in programma tutti i giorni alle 11 al Teatro Petruzzelli. Nove docenti d’eccezione: Greta Scacchi, Pupi Avati, Carlo ed Enrico Vanzina, Dario Argento, Fanny Ardant, Jacques Perrin e Volker Schlondorff.

 

CINEMA E SCIENZA, TRIBUTO AD ANTONIO GRAMSCI E OLTRE

Novità del 2017 è la sezione “Cinema e scienza”, nella quale saranno presentate pellicole di natura scientifica ma che hanno allo stesso tempo conquistato il pubblico. Tra i titoli ricordiamo almeno “Microcomos – Le peuple de l’herbe” diClaude Nurisdany e Marie Pérennou (1996).

In occasione dell’ottantesimo anniversario della morte di Antonio Gramsci (27 aprile 1937), recluso dal Fascismo per oltre otto anni nel carcere di Turi presso Bari, il 28 aprile verranno presentati quattro film a lui dedicati.

Previsto anche un Tributo al regista Andrej Konchaloskj, e ad Alessandro e Vittorio Gassman.

 

Tutto questo e molto di più sarà il Bifest 2017. Non vi resta altro, cari lettori, che prenotare una vacanza in Puglia dal 22 al 29 aprile per tuffarvi in questo ricco mare di cinema ed emozioni. Oppure seguire lo speciale che Parole a Colori dedicherà all’evento. A voi la scelta.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here