9 consigli anticonvenzionali per leggere di più nel 2018

Dedicarsi a un corso di meditazione per imparare a distendere la mente, fare ordine in casa, rilassarsi

0

Molto probabilmente avrete già sentito ogni tipo di consiglio sull’argomento – cose del tipo “Se vuoi leggere di più porta sempre con te un libro”, oppure “Basta che guardi meno Nextflix”. Ma se siete già lettori appassionati a cui è semplicemente capitato di cadere vittima di distrazioni o blocchi momentanei, questi consigli normali potrebbero non fare al caso vostro.

Riprendendo un pezzo di Bustle ecco allora 9 suggerimenti anticonvenzionali per far sì che il 2018 sia un anno di grandi letture, anche più di quello che lo ha preceduto.

1. SEGUIRE UN CORSO DI MEDITAZIONE

Non è facile sgomberare la mente tanto da dedicarsi alla meditazione, ma farlo può essere utile in molti campi della vita – diminuisce il livello di stress, aiuta a concentrarsi su ciò che conta davvero -, non ultimo la lettura. La meditazione è tutta una questione di consapevolezza, e aiuta a sgomberare la mente, a concentrarsi sul presente. Non è difficile capire come questo potrebbe giovare ai momenti di lettura. Potreste apprezzare i libri più del solito, e quindi aver voglia di leggere di più.

2. PASSARE MENO TEMPO SUI SOCIAL

Sapevate che i social network sono tra le principali cause di stress e ansia? Sotto questo bombardamento di notizie la mente riceve più informazioni e input di quanti sia in grado di elaborare e va in cortocircuito… Non c’è da meravigliarsi se il tempo – o la voglia – per leggere scarseggiano. Provate quindi a passare meno tempo sui social, nel 2018. Potreste decidere di prendervi un giorno libero alla settimana, una settimana ogni tot. mesi, oppure semplicemente di ridurre il numero di ore che passate online.

3. LETTURA COME SELF-CARE

Il self-care (ovvero la cura di se stessi) è diventato argomento di grandi discussione negli ultimi anni, e per ottime ragioni. Prendersi cura di noi in un mondo in cui muoversi, lavorare, fare costantemente qualcosa è diventato un modo di vivere è fondamentale. Ma riposarsi e riflettere sono necessari per stare bene ed essere felici, così come lo è dedicare del tempo a ciò che ci piace, lontano dallo stress. Se amate leggere, rendetelo la vostra attività di self-care, da praticare almeno un paio di volte alla settimana.

4. ASCOLTARE MUSICA MENTRE SI LEGGE

Per qualcuno il silenzio è una condizione necessaria per leggere, ma c’è anche chi dice che della musica strumentale di sottofondo aiuta a concentrarsi. E la scienza lo ha confermato. Una musica soft aiuta a rilassare la mente, fa abbassare la pressione, trasmette calma e allevia persino i dolori… Provate a mettere su qualcosa, la prossima volta che leggete, potreste rimanere sorpresi dai risultati.

5. NON ACCUMULARE TROPPI LIBRI DA LEGGERE

Forse non vorreste sentire questo consiglio, ma è necessario: dovreste pensare di liberarvi di alcuni dei vostri libri, e ripetere l’operazione più volte all’anno. Ci sono persone per cui collezionare romanzi, vedere le pile di titoli da leggere crescere e crescere ancora è una delle gioie della vita – se per voi è così saltate al punto 6. Ma ci sono anche persone che finiscono per sentirsi schiacciate dal peso di tutti i libri – non letti – che hanno. Se provate qualcosa di simile, fate pulizia nella vostra vita (attraverso donazioni, prestiti, regali). Considerate anche di alternare libri tradizionale ed ebook – così da occupare meno spazio.

6. METTERE IN ORDINE 

Uno spazio disordinato porta a una mente disordinata. Se nel 2018 volete essere più consapevole e organizzati, iniziate dalla vostra stanza/appartamento. Secondo gli studi, il disordine ha un impatto molto negativo sulla mente – rende meno produttivi, più lenti. Dedicate qualche minuto alla fine di ogni giornata per riordinare le piccole cose, un giorno alla settimana per i lavori più importanti. Fate ordine anche nella vostra libreria.

7. FARE DELLA LETTURA UN’ESPERIENZA CONDIVISA

Per qualcuno il fatto che leggere sia un’esperienza solitaria è un limite – per chi lavora da casa, ad esempio, e l’idea di passare da solo anche i pomeriggi che potrebbe passare con gli amici è una tortura. Provate allora a rendere la lettura un’attività di gruppo, prendendo parte a un book club oppure a incontri con gli autori e a presentazioni di libri, andando a leggere in biblioteca, dove ci sono tante altre persone con i vostri stessi interessi.

8. NIENTE OBIETTIVI A LUNGO TERMINE

Per qualcuno porsi degli obiettivi di lettura a lungo termine – “Nel 2018 devo leggere almeno ** libri” – è stressante. Se rientrate nella categoria, evitate di farlo. Provate invece a porvi obiettivi più contenuti, qualcosa che sia semplice raggiungere e che quindi vi faccia sentire soddisfatti e non stressati (10 pagine alla settimana, per esempio?). In questo modo non assocerete alla lettura sensazioni negative.

9. AL BANDO LE PRESSIONI

Se avete capito che le pressioni – partecipare a una reading challenge, comprare tanti libri quanti il vostro partner – influiscono negativamente sul modo in cui vi avvicinate ai libri e alle lettura, semplicemente fate del 2018 un anno leggero. Non cercate di raggiungere chissà quale obiettivo, leggete i libri solo perché vi va di farlo. Godetevi l’esperienza, senza pensare a quello che verrà dopo, alla pila di letture ancora da iniziare che vi aspettano. Vivete la lettura per quello che è: un piacere.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here