10 problemi della vita di tutti i giorni che i libri aiutano a risolvere

0

Quante volte ci siamo sentiti dire: “Se hai un problema, leggi un libro”? Oltre che un modo di dire, questo si rivela davvero un buon consiglio quando ci troviamo di fronte a situazioni che ci appaiono insormontabili.

Secondo diversi studi scientifici, infatti, leggere aiuta ad affrontare meglio i problemi quotidiani. La lettura può risolvere sia questioni tutto sommato semplici sia questioni complesse. Se dovete fare i conti con un problema di lavoro, di studio, sentimentale (non importa quanto grande sia) che vi rende vulnerabili, insicuri, nervosi e i consigli ricevuti da amici e parenti non funzionano o non danno i risultati sperati, allora prendete in mano un libro e dateci dentro, a detta degli esperti dovreste sentire giovamento sin dalle prime pagine.

La cura funziona con libri di qualunque genere, perché è l’atto di leggere in sé che aiuta a staccarsi dai problemi, a prendere le distanze e vedere tutto in prospettiva.

Non siete convinti? Ecco allora, riprendendo un pezzo di Bustle, 10 questioni della vita di tutti i giorni che la lettura può aiutare a risolvere. Provare per credere.

leggere, tazza

1. I LIBRI AIUTANO A SUPERARE IL MAL D’AMORE

Se avete sofferto per amore sapete quanto siano dolorosi quei momenti e quanto si senta la necessità di isolarsi dagli altri. Ebbene, in questi casi leggere libri che raccontano di amori finiti può essere di grande aiuto. Attraverso di loro si arriva a capire che il dolore è uno stato naturale, che può capitare a tutti perché fa parte della vita, ma che è anche transitorio.

2. I LIBRI SONO UNA BUSSOLA NELLE DECISIONI DIFFICILI DA PRENDERE

Non riuscite a decidere se fare il grande passo, cambiare città per trovare lavoro, scegliere una facoltà oppure un’altra? I libri sono buoni consiglieri perché aiutano a fuggire altrove, quindi vedere poi le cose nella giusta prospettiva, e offrono modelli positivi di comportamento. I personaggi letterari affrontano i loro problemi e prendono decisioni, felici o infelici che siano, e questo potrebbe aiutarvi a trovare le risposte ai vostri dubbi.

3. … E OFFRONO CONSIGLI UTILI

Autori come Judy Blume, J.K. Rowling, e Roxanne Gay hanno scritto nei libri alcune grandi lezioni di vita. Sia che si tratti di opere di finzione che di biografie e saggi, tra le pagine si può sempre trovare uno spunto o una frase capaci di cambiarci l’esistenza.

4. I LIBRI SONO FONTE D’ISPIRAZIONE

“Grande Magia” di Elizabeth Gilbert è tra i libri più motivanti presenti, in questo periodo, sugli scaffali delle librerie; può aiutare ad esempio a superare i momenti in cui manca la creatività perché, come scrive l’autrice: “Se lo vogliamo veramente, abbiamo il potere di realizzare i nostri sogni; se lo vogliamo veramente, abbiamo il potere di essere chi davvero vogliamo essere”. Il libro spinge, pagina dopo pagina, a coltivare il potere e la magia che c’è dentro di noi, insegnando a osare e sfidare la paura. “Hai il coraggio di fare emergere la tua creatività? I tesori nascosti che vivono dentro di te sperano che tu dica di Si”.

Lettura inverno, leggere

5. I LIBRI AIUTANO A RIDURRE LO STRESS

Uno studio condotto dall’Università del Sussex ha dimostrato che leggere, anche per pochi minuti al giorno, aiuta ad abbassare i livelli di stress (dallo 0 al 68%). Ogni volta che vi sentite sopraffatti – dal lavoro, dai ritmi frenetici della vita o semplicemente dalle ansie di tutti i giorni – leggere un libro può essere la soluzione. Una ginnastica della mente, che aiuta a rilassarsi e ritrovare il benessere.

6. I LIBRI AIUTANO AD ADDORMENTARSI MA ANCHE A SVEGLIARSI AL MATTINO

I libri aiutano a prendere sonno, ma non per le ragioni che si pensa. Mettersi sotto le coperte, la sera, dovrebbe essere un momento di relax, con la fatica della giornata che scivola via. Se però non riuscite a fermare la vostra mente, la lettura può aiutare a staccare la spina.

Di contro, se siete tra quelli che hanno difficoltà a svegliarsi al mattina, potete trovare un alleato nei libri. Impostate la sveglia cinque minuti prima e iniziate la giornata leggendo qualcosa: il torpore del sonno scivolerà via in maniera meno dolorosa e la vostra mente sarà pronta ad affrontare la giornata.

7. SONO UN TOCCASANA CONTRO LA SOLITUDINE

Fare i conti con la solitudine non è semplice. Nei momenti in cui siamo – o ci sentiamo – soli, un buon libro può essere il compagno più gradito. Non parla, ma racconta una storia. Non cerca di farvi stare meglio, ma vi porta a immedesimarvi nelle vicende di altri e a distogliere la mente da voi stessi.

8. I LIBRI AIUTANO A INTERAGIRE CON GLI ALTRI

è dimostrato che leggere opere di narrativa rende più empatici, apre la mente e aiuta a sviluppare buoni rapporti con gli altri.

9. … E RENDONO PIÙ BRILLANTI

Un libro ha sulla mente l’effetto che una corsa sul tapis roulant ha sul corpo. Leggere migliora il benessere, stimola la memoria e in generale rende più brillanti. Grazie ai libri avrete un vocabolario più ricco, e un bagaglio culturale vasto ed esteso a campi diversi da quello in cui magari lavorate quotidianamente.

10. I LIBRI RENDONO PIÙ FELICI

Dormendo bene, avendo la mente pronta e tanti amici intorno come si può non essere felici? È dimostrato che leggere aumenta la felicità, quindi leggete, leggete, leggete.

 

Dieci punti che delineano uno scenario ben chiaro: avete un problema? Correte in biblioteca oppure in libreria! Qualunque sia l’ostacolo che la vita vi mette davanti, un libro può rivelarsi l’alleato più potente. Vi è mai capitato di risolvere qualche situazione complicata grazie a un romanzo? Raccontateci le vostre esperienze. 





SHARE
Previous articleHello Everybody! Lezione n° 4
Next articleAl cinema: Brooklyn
Nata a Roma dove ha studiato e lavora da 9 anni come consulente applicativo informatico, vive nella provincia di Viterbo anche se raramente frequenta il suo paese essendo sempre nella capitale e viaggiando spesso per trasferte di lavoro. Ama alla follia la lettura - il suo standard è leggere almeno un libro a settimana - si dichiara una moraviana e pasoliniana convinta, guai a contraddirla su questi due autori. Nel 1998 ha scritto un libro, “Aurora”, che tiene ancora nel cassetto e non si decide a pubblicare nonostante ne abbia tanta voglia. Adora Londra, dove ha vissuto per un po’ e dove torna spesso, e sa già che nella prossima vita nascerà lì. Nel tempo libero si dedica solo ed esclusivamente a stare con il marito (che adora) e con gli amici più stretti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here